Aller au contenu

Squadra Azzurra


  • Veuillez vous connecter pour répondre
3646 réponses à ce sujet

#3631
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Costacurta :
Il problema di fondo resta che comunque abbiamo generazioni di buoni giocatori e nulla di più. Il nostro calcio è pieno di giocatori stranieri che tolgono il posto agli italiani, anche perché alle società costano molto meno a livello fiscale. Ripenso a quando il presidente Berlusconi chiedeva: 'Chi ci manca della lista del Pallone d'oro?'. E poi comprava". In Nazionale ci sono giocatori che non hanno mai disputato neanche un minuto di Champions, ci sono il centravanti della Lazio e l'attaccante del Sassuolo. Le nostre squadre sono tutte uscite dalla grande Europa prima dei quarti.

Source : https://www.milannew...tranieri-446326


Maniero :
Troppi stranieri? Ai nostri tempi nello spogliatoio parlavamo in dialetto io, De Franceschi, Dal Canto, Pavan e chi più ne ha più ne metta. C’era una forte identità territoriale, cosa che adesso non c’è più. Non è solo un problema del Venezia, ci mancherebbe. Basta vedere domenica al Penzo quanti stranieri scenderanno in campo in Venezia-Udinese. Due babele di giocatori da ogni parte del mondo. Magari è più difficile creare un’identità in questo modo. Che senso ha portare giocatori stranieri di cui a fatica si conosce il nome?

Source : https://www.tuttomer...liatoio-1667510
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3632
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Mauro Balata :
in B gli under 23 italiani sono il 37% del totale, i minuti effettivi giocati fino alla 32ma sono pari a circa un quinto del minutaggio totale, gli under 21 convocabili sono 7,4% e gli italiani presenti nelle squadre Primavera 2 sono il 90%.

Gravina :
In A esistono le liste, ma è poco rispetto ad altre realtà a livello internazionale. Noi possiamo imporre e lo valuteremo insieme alle componenti, ma mi piacerebbe che al di là delle pacche sulle spalle ricevute l’11 luglio ci fosse dalla politica qualcosa di concreto. Il decreto Crescita ad esempio va calato nel mondo del calcio, qui avvengono delle distonie che non si possono accettare, serve un atto di responsabilità del Governo. E lo stesso vale per i finanziamenti su valorizzazione dei giovani.

Source : https://www.gazzetta...216937692.shtml

Marchegiani :
Il movimento è in crisi. Livello basso in C e in B e non eccelso in A. Troppi stranieri nei ruoli chiave. Ai nostri manca il vissuto delle grandi sfide della Champions. Abbiamo messo una pietra sopra all’eliminazione con troppa facilità. Vedo rassegnazione e la cosa è preoccupante. Il problema è del sistema. Gli ultimi Mondiali non possono essere frutto del caso.

Source : https://www.sampnews...oppi-stranieri/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3633
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Primavera – Anno dopo anno molti club acquistano stranieri provenienti da ogni parte del mondo relegando nel dimenticatoi i giovani italiani.

Altra delusione della nostra Nazionale italiana che non parteciperà ai Mondiali per l’ennesima volta e si torna a parlare dei nostri giovani che faticano ad emergere dalla nostre Primavere per tanti fattori.
Ecco uno stralcio riportato da calciomercato.com da cui si evince che ci sono troppi stranieri anche nelle categorie Primavere ai quali sono stati anche blindati con contratti da PRO!.

I NUMERI – “C’è poco materiale umano selezionabile”, parola del presidente Figc Gabriele Gravina. “Ci sono troppi stranieri nelle giovanili”, ma anche frasi più nazional-popolari come “Non insegnamo più calcio” e ancora “Ai giovani il calcio non interessa più” si sono rincorse in queste 48 ore di cocente delusione. E a guardare bene i numeri sembrerebbero anche dimostrarlo, dato che solo il 42,81% dei giocatori che compongono le nostre formazioni Primavera e che hanno ottenuto un contratto professionistico sono stranieri, con il dato che sale al 64% per i giocatori della nostra Serie A.

Source : https://www.tuttocal...ntratti-da-pro/


Gazzetta di Parma : TROPPI STRANIERI. Tra le ragioni di sicuro non aiuta la presenza di ben 23 stranieri in rosa più due “oriundi” come Vazquez e Danilo. Impossibile a queste condizioni forgiare uno spirito di gruppo o un senso d’appartenenza, aggravato dal fatto che molti di questi sono ancora acerbi e non pronti per competere a certi livelli. Nonostante il Parma sia di gran lunga la società che ha investito di più in serie B, grazie anche al paracadute su cui ora non si potrà più contare.

Source : https://www.forzapar...-della-serie-b/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3634
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Le résumé de la chute : https://abitarearoma...-dolce-signora/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3635
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
(...) Prendendo in considerazione i giocatori italiani nati dopo il primo gennaio 2001 (veri Under 21 quindi), sono 16 quelli ad aver giocato almeno 100 minuti totali in Serie A (quindi più di una presenza cumulata) in questa stagione a metà aprile. Ma parlando di chi gioca con continuità, quelli che hanno superato i 1000 minuti in campo sono solo 5: Andrea Carboni del Cagliari, Destiny Udogie dell’Udinese, Nicolò Rovella del Genoa, Mattia Viti dell’Empoli e Samuele Ricci con l’Empoli (da gennaio col Torino ha giocato finora 261 minuti).

(...)
Volendo fare un confronto con gli altri campionati più competitivi, i giovani italiani giocano molto meno degli spagnoli e dei francesi, meno degli inglesi e poco meno dei tedeschi: sono 26 gli italiani in Serie A nati dal 2000 ad aver giocato almeno 100 minuti cumulati in questa stagione, contro i 43 spagnoli nella Liga, i 66 francesi nella Ligue 1, i 34 inglesi in Premier League e i 30 i tedeschi in Bundesliga. Forse non a caso, la Spagna e la Francia sono quelle con il sistema delle seconde squadre più oliato e che porta a un rapporto più fluido tra Under 19 e prima squadra. Come detto, però, in Italia solo la Juventus ha una seconda squadra e al momento funziona più come bacino per le cessioni e le plusvalenze che non per accelerare il percorso di crescita dei giovani.

(...)
È il livello contro cui ci si confronta a portare la vera crescita, e, se è vero che non esiste una ricetta unica nello sviluppo dei calciatori, pensare che partire dal basso sia la cosa migliore per tutti è semplicemente sbagliato. Allegri non è il solo a pensarla così, è solo il portavoce della corrente prevalente del calcio italiano, quella cresciuta quando la Serie A era il miglior campionato del mondo, quando avevamo soldi e idee, e le squadre potevano attirare i talenti migliori da ogni parte. In quel sistema la prassi per i giovani era quella e, visti i risultati portati all’epoca, è normale che una parte dell’opinione pubblica voglia difendere quel modello.

(...)
spesso arriviamo al paradosso per cui un calciatore di vent’anni non gioca perché non ha abbastanza esperienza, ma non ha esperienza anche e soprattutto perché non gioca. E non gioca perché l’allenatore non si fida del suo talento o meglio non pensa sia il suo compito quello di svilupparlo. Vuole il prodotto finito da cui sa cosa aspettarsi, senza assumersi rischi. È un circolo vizioso, ovviamente, perché gli allenatori sono restii a prendersi rischi perché in Italia hanno un bersaglio dietro la schiena e dopo due sconfitte consecutive sono in bilico, alla terza sono spacciati, alla quarta esonerati. Dovendo sopravvivere in un mondo del genere è difficile avere una visione a lungo termine.

(...)
Miretti salirà in prima squadra alla Juve, andrà in prestito in una media o piccola di Serie A? Oppure farà un altro anno con la seconda squadra o in prestito in Serie B come successo questa stagione a Fagioli, ma anche ad Alessandro Cortinovis dell’Atalanta e a Gianluca Gaetano del Napoli? Se fosse cresciuto nel vivaio di un grande squadra inglese, spagnola, tedesca o francese, probabilmente la risposta sarebbe una delle prime due opzioni, in Italia, invece, è più facile aspettarsi una delle altre due. Ovviamente è vizioso parlare del singolo caso, e non possiamo dire che Miretti possa già essere un titolare in Serie A. Eppure il non provarlo ci impedisce di saperlo, a noi e a lui, e non è certo la miglior cosa per il suo sviluppo e quindi per quello del calcio italiano e della sua Nazionale.

Source : https://www.ultimouo...cano-cosi-poco/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3636
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Fabrizio Corsi, président d'Empoli :
Siamo la città più piccola del campionato, che fa giocare più italiani, più giovani e più giocatori che vengono dal proprio settore giovanile. Io penso che più della meta’ degli stranieri in Italia non hanno senso, perché così si tarpano le ali ai nostri talenti. Noi abbiamo una Primavera campione d’Italia, in cui ci sono almeno un paio di ragazzi che spero saranno il nostro futuro. Io imporrei una presenza di 5 giocatori italiani in campo, lo diro’ anche nel comitato delle riforme in cui sono stato inserito.

Source : https://www.inter-ne...oppi-stranieri/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3637
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Il presidente Figc Gabriele Gravina è stato drastico: "Il decreto per me è da abolire". La Lega Serie A ha allo studio due interventi. Uno, introdurre condizioni per tutelare i vivai: un'età minima per accedere agli sgravi, o un numero minimo di contratti alle spalle. In alternativa, ragionare sulla soglia di partenza: più bassa dei 2 milioni, ma comunque alta a sufficienza per tagliare fuori i baby stranieri (500 mila euro). Ma la vera rivoluzione è un'altra. E la Serie A la sta studiando seriamente. Ossia chiedere al governo un intervento che permetta di premiare, con un beneficio identico a quello del Decreto crescita, i contratti professionistici a giovani formati nei vivai. Così da rendere più vantaggioso per le società a contrattualizzare i propri ragazzi che prenderli da fuori. In più, l'Assocalciatori sostiene norme federali che aumentino il numero minimo di "selezionabili" per la nazionale nelle rose e favoriscano le seconde squadre. Ma abrogare o migliorare il Decreto crescita spetta al governo. Prima che per il calcio sia tardi.

Source : https://www.repubbli...ieri-347334497/


Troppi stranieri e pochi italiani? Qual è la verità? L’analisi degli ultimi trent’anni della Serie A


https://www.operazio...-della-serie-a/

Image IPB
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3638
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Umberto Calcagno :
Dopo l'esclusione dal Mondiale in Russia avevamo notato una sensibilità maggiore rispetto ai giovani italiani da parte delle nostre società, salvo poi tornare indietro nuovamente. Mettiamoci pure che anche la B è arrivata al 30% di minutaggio dei calciatori stranieri. Squadre come l'Udinese schierano sempre un undici senza calciatori selezionabili, siamo di fronte a una norma che discrimina i calciatori che competono già in Italia.

source : https://www.tuttoudi...italiani-147090

Domenico Giacomarro :
Il livello del calcio italiano si è abbassato. Troppi stranieri. Ripartire dai giovani.

source : https://www.grosseto...e-del-grosseto/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3639
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Giorgio Perinetti :
Legittimamente ciascuna proprietà sceglie il proprio percorso, a Venezia si è proseguito su certe convinzioni puntando tutto sui giocatori stranieri con le varie incognite del caso legate alla capacità di adattamento di questi ragazzi agli aspetti tecnico-tattici, ma molto prima agli usi e costumi di un territorio per loro nuovo. I calciatori italiani, al di là del loro talento, sono mentalmente più predisposti e avvezzi alla battaglia, sentono più l’attaccamento alla maglia ed essendo orgogliosi fanno di tutto per evitare di retrocedere. Nel Venezia a mio avviso è mancato tutto questo e la non compattezza tra le varie nazionalità ha fatto il resto. Un consiglio? Serve più unità d’intenti dentro e fuori dal campo.

Source : https://www.trivenet...intenti/154565/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3640
Roland

Roland

    Vangionista

  • Rédacteur
  • 8 014 messages
  • Ville:Paris
  • Pays: Country Flag
Et pendant ce temps-là, la GDS parle du cas Bremer, qui va prochainement demander la nationalité italienne, ce qui intéresserait Mancini :excellent:

#3641
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Je ne sais même pas si Mancini est celui qu'il faut incriminer, vu les circonstances. Il est en bout de chaîne, et fait avec le peu qu'on lui offre.
Après, concernant les oriundi, j'ai toujours dit qu'il fallait imposer le choix avant 20 ans.
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3642
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Luciano Foschi :
Guardando anche i nostri campionati principali si vede giocare tanti, a mio avviso troppi stranieri, tutti sono superiori ai nostri? Secondo me, a volte alcuni sono inutili. Sarebbe un passo in avanti stabilire una quota si sei giocatori italiani per squadra.

Source : https://www.tuttoc.c...-inutili-317228


Moggi :
Ormai il DNA juventino si è dissolto forse a causa dei troppi stranieri che in essa trovano spazio

Source: https://www.junews.i...oppi-stranieri/


Zeman :
Per me si gioca troppo e ci sono troppi stranieri.

Source : https://zemania.it/2...ertira-la-roma/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3643
R.Baggio

R.Baggio

    3-7 / 1-9 / 0-10 / 1-9 / 2-5 / 0-2

  • Radio
  • 7 221 messages
  • Pays: Country Flag
Gentile :
L'unica scusante che concedo al ct è la difficoltà a trovare giocatori italiani in Serie A -aggiunge Gentile-. Abbiamo 2/3 di stranieri nel campionato italiano, se non si inverte la tendenza il futuro sarà sempre più buio

Source : https://www.iltempo....ieri--31857252/






2. NON È UNA SERIE A PER GIOVANI, NAZIONALE DEBOLE
Mancini ha detto che punterà sui giovani. Ma dove li trova? Dove sono? In serie A? No. Semplicemente perché la serie A non vuole schierare gli Under 21. Nel nostro campionato solo 3 Under 21 hanno collezionato mille minuti. Siamo ultimi in Europa.
Lo ha certificato uno studio del “Football Observatory” del Cies, una organizzazione indipendente Svizzera che si è presa la briga di monitorare 32 club europei. Nessuno è peggiore – in fatto di giovani – delle nostre società. Vale la pena di ricordare i tre giovani che hanno sbriciolato l’antico tabù: Viti (Empoli ), Rovella (Genoa), Dragusin (Sampdoria). Due difensori e un regista. Tutto qui.
Di attaccanti nemmeno l’ombra. Come farà Mancini a trovare gli eredi di Gigi Riva, Paolo Rossi, Boninsegna, Bettega? Nella top 10 dei marcatori dell’ultimo campionato di A ci sono tre italiani (Immobile, Scamacca, Berardi). Ci sarebbe anche Pinamonti con 13 gol, al decimo posto. Ma altrettanti gol ne hanno fatti Deulofeu, Dzeko, Joao Pedro, Passlic.
3. BOOM DI STRANIERI, NAZIONALE POVERA
La serie A? È un campionato che viene da fuori. Inutile girarci attorno. Solo il 38% dei giocattoli è italiano. Quasi tutte le rose sono sopra il 50% con gli stranieri. Tre solo sono sotto il 50%: Empoli, Cagliari, Sampdoria. Ne abbiamo contati 341 su 545. Cioè gli stranieri in serie A rappresentano il 62.57% del totale.
Andiamo a pescare ovunque, per la gioia dei procuratori. Persino in Nuova Zelanda, Mauritana, la Corea di Ciccio Kim, Eritrea, Armenia, Panama. E sono tutt’altro che fenomeni. Esempio emblematico dell’andazzo: l’Udinese. Ha appena 4 italiani in rosa e tre sono portieri. La conclusione è una sola: il nostro calcio – e la Nazionale che lo rappresenta- si è messo su una brutta strada. E non saranno certo i fondi americani a salvarci.

Source : https://www.gentedit...ani-in-serie-a/
Pirlo : L'Italie est juste plus importante. Plus importante que l'Inter, le Milan, la Juventus ou n'importe quel autre club. C'est le summum !
Image IPB

#3644
Skoyatt

Skoyatt

    Stravagante milanista

  • Membres
  • 1 275 messages
  • Ville:Paris
  • Pays: Country Flag
Je le dis ici pour ne pas que ça se perde dans les méandres du tchat : À l'attention de ceux qui ne peuvent plus regarder la Squadra suite à l'élimination du prochain mondial, je vous comprends tout à fait mais je vous donne cette information qui vous intéressera peut-être, l'effectif bouge beaucoup lors de cette Ligue des Nations. Beaucoup de jeunes ont leur chance de jouer et ça fait beaucoup de bien à voir aussi bien sur le principe que sur le jeu de l'équipe. Jetez-y peut-être un œil, si vous avez pas la poisse de tomber sur un mauvais match, ça vous donnera peut-être un peu de baume au cœur. : ^)

Je vais évoquer un cas particulier : Gnonto. C'est un jeune de 18 qui n'a jamais joué en Serie A. Formé à l'Inter, il est parti jouer en pro en Suisse à Zurich. SI j'ai bien compris il y a eu un stage juste avant la Ligue des Nations regroupant plusieurs tranches d'âge de jeunes en plus de l'équipe senior habituelle. Et certains jeunes, dont Gnonto ont eu leur ticket pour la Ligue des Nations senior grâce à ce qu'ils ont montré lors de ce stage. Ce dernier en particulier a eu quelques minutes lors de la fin du premier match et a montré beaucoup de qualité et a fait une magnifique passe décisive. Le match suivant il a démarré titulaire et a fait un plutôt bon match.

Impossible de savoir si ce jeune Gnonto va s'installer sur la durée en Nazionale, mais quoi qu'il en soit ça fait du bien de voir que des choses nouvelles sont essayées avec les jeunes.
Wait and see.

Image IPB

#3645
Superlio

Superlio

    Allievo titulaire

  • Membres
  • 569 messages
  • Pays: Country Flag
La défaite d'hier est cinglante. L'Allemagne est un modèle à suivre, après leur échec à l'euro 2000, ils ont beaucoup investi sur la formation et ils ont obtenu des résultats. De plus, leurs dirigeants misent sur les jeunes contrairement aux homologues italiens.
Pour en revenir à ces cinq matches de la Nazionale, Mancini a lancé des jeunes. A titre individuel, Pellegrini est le grand gagnant du rassemblement. Il peut revendiquer une place de titulaire. Au milieu, Tonali était plutôt bon. La déception vient de Calabria, hier, il était à la rue (comme toute l'équipe). Di Lorenzo est un cran au-dessus selon moi. Scamacca n'a pas marqué mais son jeu dos au but est intéressant. Ayant vu jouer les espoirs, le milieu de terrain est et sera notre point fort. Le problème restera celui de l'attaquant.




2 utilisateur(s) li(sen)t ce sujet

0 membre(s), 2 invité(s), 0 utilisateur(s) anonyme(s)